Normativa antiriciclaggio

Leone & Partners Studio Legale offre la propria consulenza ai professionisti giuridico-contabili, con particolare riferimento ai soggetti iscritti nell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili e nell’Albo dei consulenti del lavoro: segnatamente, si occupa di favorirne l’adeguamento alla normativa, a partire da una puntuale analisi degli obblighi imposti loro ex lege e li affianca, a livello formativo e consulenziale, per ogni eventuale necessità.

Il “riciclaggio” è il reimpiego dei profitti derivanti da attività delittuose, in attività lecite di carattere commerciale e finanziario, che sfruttando la fungibilità del denaro, turbano la concorrenza inquinando l’economia. La normativa antiriciclaggio è contenuta in un articolato sistema di fonti a livello internazionale, comunitario e nazionale. Il 29 dicembre 2007 è entrato in vigore in Italia il D. Lgs. 21 novembre 2007 n. 231 recante: “Attuazione della direttiva 2005/60/CE concernente la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, nonché della direttiva 2006/70/CE che ne reca misure di esecuzione”.

Ad oggi, il quadro normativo comunitario in materia di antiriciclaggio si sta evolvendo anche al fine di combattere i rischi connessi al finanziamento del terrorismo. Per questo scopo la Commissione Europea ha proposto – e il Parlamento Europeo e il Consiglio hanno approvato – varie regolamentazioni che dall’anno 2017 in avanti comporteranno una serie di cambiamenti di non poco conto.